Siamo diventati artigiani antispreco

Milano

Siamo diventati artigiani antispreco

In Italia è disoccupato un laureato su quattro. Ma la storia di questi amici dà un po’ di speranza. Se loro ci sono riusciti forse il sogno di un lavoro vero, creativo (e pagato) è possibile anche per altri ragazzi e anche in tempi difficili come questi. Mentre facevano l’università Valeria, Alessia, Matteo e Davide si davano da fare “in fabbrica”. Si chiamava la Stecca degli artigiani ed era una fabbrica abbandonata che per loro e molti altri si era trasformata in un laboratorio di creatività. Un posto in cui avevano spazio la fantasia e il piacere di veder nascere una sedia da una insegna rovinata o una lampada da un vecchio arnese destinato alla discarica. Questa esperienza ha trasformato Valeria, Alessia, Matteo e Davide da studenti ad artigiani antispreco. Una volta laureati, hanno deciso di creare Controprogetto, laboratorio dove oggi producono elementi d’arredo usando materiale di riciclo. Non sono andati a bottega ma hanno comunque imparato il mestiere sul campo, aiutandosi tra loro. Le loro creazioni green sono pezzi unici e apprezzati, che portano con orgoglio e carattere i segni di una vita precedente.